Filtra per

Hibu

Hibu: leali alla semplicità

Nata ufficialmente nel 2007, in realtà Hibu si sviluppa da una passione di Raimondo Cetani (il mastro birraio) sbocciata nel 1999 nel garage di casa. La storia non è così breve come appare, finché alla fine del 2015 ci trasferiamo nello stabilimento di Burago di Molgora (Mb), a due passi da una parte dei campi in cui coltiviamo orzo e presto realizzeremo un luppoleto tutto italiano.

Il resto è ancora tutto da scrivere.

Il nostro mantra è lavorare divertendoci. Siamo convinti che solo così – e con professionalità – le nostre birre racconteranno di noi. Giovani, appassionati, sostenitori della qualità made in Italy, pensiamo birre adatte per ogni stagione e circostanza. Ecco il perché delle Perenni, accompagnate dalle Stagionali e dalla sorpresa delle Fugaci.

Hibu è partita da tre amici ed oggi conta tredici collaboratori per 4.000 ettolitri su oltre 30 etichette.

Amicizia, qualità, sostenibilità, fair play. La lista dei nostri valori parte dalle piccole cose, perché siamo convinti che tutto si riconduca alla semplicità. Per cui leali ai nostri principi proponiamo birre tendenzialmente amare (la H di Hibu sta per “home brewer”, mentre ibu è l’unità di misura del lato amaro) da materia prima autoprodotta nei circa 40 ettari di campi tra Lombardia e Basilicata. La squadra è infine la virtù che chiude il cerchio.